I pesticidi negli alimenti come influenzano i parametri dello spermiogramma?

“I livelli di pesticidi che troviamo nella frutta e nella verdura influenzano il numero di spermatozoi, il volume dell’eiaculato e la percentuale di spermatozoi morfologicamente normali negli uomini che si rivolgono alle Cliniche di fertilitá.”

Queste sono le cocnlusioni di uno studio effettuato da Chiu et al., pubblicado nella rivista Human Reproduction nel 2015. Questo é il primo studio che faccia riferimento alla relazione che esiste tra la presenza di pesticidi nell’alimentazione e la qualitá del seme. In quanto prima altri studi hanno evidenziato solo la presenza di pesticidi ambientali o sul posto di lavoro (contaminazione occupazionale).

Durante cinque anni sono stati raccolti 338 campioni di seme di 155 uomini. I parametri della dieta sono stati raccolti tramite un questionario convalidado. I soggetti sono stati divisi in due gruppi: uno con un alto residuo di pesticidi ed un altro con un basso o moderato residuo di pesticidi. A sua volta ciascuno di questi gruppi é stato suddiviso in 4 sottogruppi a seconda della quantitá di frutta e verdura consumata.

pesticidas

Rispetto ai risultati, di seguito saranno riportati i piú importante:

Il primo é che la quantitá complessiva di frutta e verdura non é stata associata con la qualitá spermatica, indipendentemente del grado di residui dei pesticidi. Nel gruppo con alti residui, si osservó che quanto piú quantitá si mangiavano, peggiore era la quantitá spermatica, la morfología ed il volume dell’eiaculato, arrivando a tenere un 50% in meno rispetto ai pazienti con maggior ingestione di questo gruppo. Nel gruppo di basso e moderato residuo di pesticidi, a poco a poco che veniva aumentata la quantitá ingerita, si osservó che esisteva una tendenza verso il miglioramento della morfología degli spermatozoi.

Gli autori criticano la mancanza di studi clinici effettuati su questo tema e propongono un progetto di ricerca per conoscere se esistono differenze tra l’alimentazione organica e quella coltivata convenzionalmente, anche se si rendono conto quanto potrebbe essere difficile portare avanti studi sull’alimenazione dovuto sia alla grande variabilitá di soggetti e sia all’enorme offerfta dei prodotti e delle loro origini.

In conclusione, in base a questi risultati, i livelli di residui dei pesticidi nella frutta e nella verdura sembrano influenzare la qualitá spermatica. La domanda da farsi ora sarebbe: ció accade anche per la fertilitá della donna?

Vi lasciamo qui sotto il link nel caso vogliate leggere l’articolo completo: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25824023

Posted in Fertilità/Infertilità, PMA

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*